Biodance

Per la realizzazione dell’opera, sono stata ispirata da un documentario, nel quale con le accelerazioni delle immagini spiegavano, in pochi attimi, un seme che germogliava e diventava pianta. Sono rimasta affascinata da queste immagini in cui i semi, germinando, sembravano danzare, attorcigliandosi su loro stessi e andando verso la luce.
Ho così pensato di rappresentare il seme, il suo germoglio, con una figura danzante che si trasforma in foglie, fiori e si adegua uscendo allo scoperto con gioia, verso la luce, pensando che tutto si trasforma e va verso il futuro con il cambiamento in un processo irreversibile, come nell’uomo e in tutte le creature della terra
Ho usato l’acquerello come tecnica principale per simboleggiare l’acqua, la prima fonte di vita di cui ha bisogno il seme, che rompe l’involucro, mette radici e inizia a nutrirsi per crescere e trasformarsi.