Dalla nuda terra

Il titolo generale dell’opera “Dalla nuda terra “ nasce e germina prima di tutto dal materiale usato, la terra. Le diciotto opere sono realizzate infatti in gres, cotto alla temperatura di 1.200 gradi. Ho scelto di non utilizzare smalti lucidi ma di lasciare la superficie mat per rimanere vicina alla natura del materiale e al tema proposto. Nei colori mi sono lasciata guidare dalle sensazioni che la parola germinazioni ha risvegliato nella mia immaginazione: colori freschi, di nascita, di risveglio. Ecco allora il bianco da cui tutto per me ha origine e poi la gamma dei gialli, verde ocra, rosa. Dalla nuda terra-mattonella ecco germogliare ed emergere delle forme che invadono lo spazio e la luce e dalla superficie, si concentrano per poi espandersi e svilupparsi o vengono catturate in quel momento brevissimo in cui la vita è nata ma non è ancora sviluppata, appunto germina. Il naturalismo della rappresentazione infine è sempre mediato dalla mia personalità artistica e perde gli elementi più realistici per tendere all’astratto.